Patto di corresponsabilità

Nel quadro di una sempre più forte e reciproca collaborazione fra le diverse parti della Scuola, dall'anno 2011-2012 è in vigore il seguente patto formativo, redatto dal Collegio dei Docenti e approvato dal Consiglio di Istituto.

Il patto formativo tra insegnanti, famiglie e alunni, si propone di rendere espliciti i diritti e i doveri di tutti i soggetti che partecipano al processo di insegnamento/apprendimento, allo scopo di favorire la reciproca comprensione e collaborazione.

Il processo di insegnamento/apprendimento è in gran parte basato sulla relazione tra le persone che ne sono coinvolte; per ottenere buoni risultati, è necessario che ciascuno vi partecipi con convinzione e motivazione.

Il rispetto dei diritti e dei doveri delle parti coinvolte offrirà maggiori possibilità di buoni risultati all'apprendimento e convivenza all'interno della scuola.

Nel quadro dell'alleanza educativa scuola-famiglia che caratterizza il Progetto Educativo  della Riccardo Misasi e in ottemperanza alla Normativa vigente regolamentata dal D.P.R.n. 235 del 21 novembre 2007 si stipula quindi con la famiglia dell'alunno il seguente

 

PATTO DI CORRESPONSABILITA'

con il quale

LA SCUOLA SI IMPEGNA A:

§   fornire una formazione culturale e professionale qualificata e a formulare programmi di insegnamento coerenti con le indicazioni ministeriali e a realizzare percorsi che diano agli alunni la possibilità di acquisire la capacità di studio, le abilità di base nelle diverse aree (dei linguaggi, matematica, scientifico-tecnologia, storico-sociale), e, alla fine del triennio, le competenze

§   assicurare l'Educazione Personalizzata attraverso il sistema tutoriale e la partecipazione educativa dei genitori

§   far conoscere l'Offerta Formativa agli alunni con la gradualità commisurata all'età

§   offrire un ambiente favorevole alla crescita integrale della persona, garantendo un servizio didattico di qualità in un ambiente educativo sereno, nel rispetto dei tempi e ritmi di apprendimento di ciascun alunno

§   offrire iniziative concrete per il recupero, sostegno dove necessario, e lo sviluppo, nei limiti delle risorse a disposizione, al fine di favorire il successo formativo e incentivare le situazioni di eccellenza e/o a mettere in atto tutti gli accorgimenti possibili per recuperare le difficoltà e per sviluppare al massimo le potenzialità di ciascun alunno

§   calibrare i carichi cognitivi sia durante l'orario scolastico che nei compiti a casa

§   garantire la massima trasparenza nelle valutazioni e nelle comunicazioni mantenendo un costante rapporto con le famiglie attraverso la tutoria

§   realizzare un clima scolastico positivo fondato sul dialogo e sul rispetto favorendo negli alunni la capacità di iniziativa, di decisione e di assunzione di responsabilità.

 

GLI ALUNNI SI IMPEGNANO A:

§   conoscere l'Offerta Formativa della scuola con una crescente gradualità rapportata all'età

§   prendere gradatamente coscienza dei propri diritti-doveri rispettando la scuola come insieme di persone, ambienti, attrezzature

§   rispettare i tempi programmati con i docenti per il raggiungimento degli obiettivi formativi, del proprio curriculum, impegnandosi in modo responsabile e attivo, quindi a svolgere accuratamente e nei tempi stabiliti i compiti assegnati a scuola e per casa

§   accettare, rispettare e aiutare gli altri e i diversi da sé, impegnandosi a comprendere le ragioni dei loro comportamenti, conoscere e rispettare il Regolamento di Istituto

§   assumersi la responsabilità e le conseguenze delle proprie azioni, anche con atti di riparazione, in caso di condotte contrarie al regolamento d'Istituto, alla buona convivenza e al rispetto delle persone e delle cose

§   accettare eventuali insuccessi nel lavoro e nel gioco con serenità e motivazione al miglioramento

§   accogliere i successi senza umiliare i compagni

§   partecipare in modo positivo e costruttivo alle attività proposte dalla scuola

 

LA FAMIGLIA SI IMPEGNA A:

§   conoscere l'Offerta formativa della scuola (Progetto Educativo S.I.E., Piano di Orientamento Pedagogico, il Curriculum disciplinare) collaborare al progetto educativo partecipando agli incontri di Orientamento Pedagogico, alle riunioni informative della didattica e ai colloqui tutoriali

§   conoscere e rispettare il Regolamento di Istituto

§   rispettare gli adempimenti e le scadenze formali

§   giustificare assenze ed eventuali ritardi con tempestività

§   scambiare con gli insegnanti  ogni informazione utile alla buona riuscita del lavoro scolastico e della relazione educativa, anche per rimuovere eventuali cause di demotivazione, disagio, scarso impegno

§   far rispettare l'uso della divise

§   collaborare con la scuola, controllando sistematicamente il lavoro dei figli, soprattutto verso l'impegno domestico

§   sostenere il lavoro dei propri figli, accogliendo serenamente successi e insuccessi quando accompagnati da serietà e impegno

§   suggerire proposte ed iniziative per il miglioramento dell'Offerta formativa.


 

  • Campagna estate 2015

     

     

    Campagna inverno 2014

     

     

    Campagna Natale 2014

     

     

    Campagna autunno 2014

     

    Campagna primavera/estate 2014